Finale di partita

Il pedone che tormenti da ore, tingendo gli occhi di finta indecisione, è l’unica mossa in grado di dannarti (questo lo sai meglio dell’avversario che ti sta di fronte e che in ansia cerca di capire dove vuoi arrivare).

Eppure rimandi ancora, benchè sai già che muoverai soltanto e proprio quel pedone, non fosse altro che per la stupita compassione che ti arrecherà la tua sconfitta riflessa sulle pupille del nemico.

Stupore che durerà, comunque, solo un attimo.

Annunci

Informazioni su A.F. de Mongoleau

Poeta metafisico... molto metafisico

2 thoughts on “Finale di partita

  1. ignaciotormento ha detto:

    Felicièn, e se ti dessi all’ippica? Smettila di leggere Borges e prendi in considerazione la Gazzetta dell Sport 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...