Ufficio oggetti smarriti: 2 ironie da camera

“Ogni poesia – ti dissi – è una scala con cui tentare la riconquista delle mura infuocate del Paradiso”. Tu guardavi lontano e, per fortuna, non avevi sentito.

*

Chiesi un cuore più resistente, chiesi un respiro più lento. Mi fu data in vece una mano, la terza, e da allora non seppi far altro che serbarmela in tasca.

Annunci

2 thoughts on “Ufficio oggetti smarriti: 2 ironie da camera

  1. mukele ha detto:

    Teo, non è che ti stai facendo traviare da Ignacio?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...