Aspettando Godot ovvero Alice nel paese delle inquietudini

 
A che penso? dove sto camminando?
Tutto fa si che possa non saperlo
in questo delicato Tutto
dagli argini mal rotolati
ed unti di frittura.
Sui campi coltivati a spini gli asfodeli
contro il suddetto Tutto che arroventa…
 
Che sia in cerca di qualcosa?
Che sia in attesa di qualcuno?
(sognarlo o presupporlo cosa costa?)
 
Piove. Non mi stupirei nemmeno
se nevicasse manna colorata
Gli asfodeli rabbrividiscono
Questione ancora di minuti
e non aspetterò più. Nessuno.
Sui muriccioli a secco che dividono
questi campi inadatti al sogno
irti di pietre e cardi selvatici
rincitrullito dal calore disumano
ho preso in mano il mio coraggio
(Peserà si è no due etti)…
 
Penso?
Cosa penso?
Sto camminando?
Verso dove sto camminando?
Addio!  Chiunque tu sia
sappi che non ti ho aspettato.
Annunci

Informazioni su A.F. de Mongoleau

Poeta metafisico... molto metafisico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...