Fototessera

Ricordo: eravamo ancora bambini e un’estate impietosa pisciava oro sulle spalle canute del mondo imbevendo la macchia di stridi di grilli impazziti e dietro quelle colline di sassi sapevamo che il mare picchiava gli scogli. Bevevamo, per incontabili notti, un vino agro sotto un tetto di canne e ad uscir fuori si spaccavano gli occhi, ancora annebbiati di sonno, sotto il dominio tremendo del sole. Una di quelle estati delle quali viene voglia di dire “Già, le estati di un tempo…”. E benchè i meccanismi scolastici ci spiassero dietro le prime pozzanghere, eravamo felici, ignoranti, con al polso i nuovi orologi.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...