La satira non selatira

Una volta in Italia c’era la satira politica. C’è stata fino a quando i politici hanno cominciato a presiedere ogni programma televisivo. La satira esisteva in quanto dall’altra parte si esprimevano idee. Ora, come si può fare dell’ironia sulla totale mancanza di idea e se gli uomini politici sono essi stessi delle caricature?

Annunci

Informazioni su Sandro

Mi interessa l'arte, la fotografia e la poesia. Amo i cani e ne ho due per amici e molti altri adottati per l'Italia. Mi manca solo una cosa nella vita per essere felice; ma non so qual'è

5 thoughts on “La satira non selatira

  1. LaStancaSylvie ha detto:

    Sì, l’unico genere possibile è la tragedia.

    Mi piace

  2. mukele ha detto:

    Mhhh, non so se sono d’accordo con questo post. Che sia cioè più semplice fare della satira solo quando una classe al potere abbia un sistema ideologico ben definito.
    Questo non era certo il caso della Roma di Giovenale.
    La satira può colpire non solo le idee ma anche (e soprattutto) la vita, il carattere, le incongruenze e le malefatte di ogni cittadino.
    Che manchi una satira politica oggi mi pare un po’ difficile sostenerlo. A meno che non si voglia parlare del solo canale televisivo anche se pure in questo non manchino esempi notevoli (Vauro, Crozza, etc).
    Se poi si vuole affermare che nelle classi dirigenti attuali si è abbandonata la dialettica ideologica (che alla fine rendeva del tutto incomprensibili e fuori dal mondo i discorsi di qualunque politico della 1a repubblica) non credo sia un male.
    Credo invece che l’amaro sfogo di Sandro rispecchi uno stato d’animo comune in molte persone che si sentono quasi impotenti di fronte alla sfacciataggine con cui la nostra classe politica mantiene i suoi adiposi sederi attaccati alla poltrona.
    La satira sembra non scalfirli, sembrano di acciaio inossidabile.
    In realtà sotto sotto tremano che la stragrande maggioranza degli italiani si svegli e decida una volta per tutte che è ora di cambiare aria e soprattutto… persone.

    Mi piace

  3. Sandro ha detto:

    Quando affermo che la satira non si fa più dico che non si fa più satira sulle idee ma sul singolo personaggio e i suoi tic. Ogni personaggio politico oramai rappresenta solo se stesso, tanto che è diventato difficile persino collocarli in un’area politica (spesso sentiamo dire da D’Alema cose che direbbe Storace… vedi la sua ultima uscita sulle poche spese militari sostenute dall’Italia, oppure li vediamo cambiare schieramento con una disinvoltura che stordisce e stupisce…[a me personalmente nemmeno più di tanto])
    Talmente vero questo fatto della mancanza di idee e ideali di fazione, che la gente non fa che dire “tanto sono tutti uguali” o “Ammazza ammazza sono tutti una razza”…
    Gli unici che provano a fare satira feroce vengono segnati come “pazzi” o “estremisti” vedi Vauro.
    La satira di Crozza… bisogna stare attenti… è una satira che tende a colpire tutti e quindi a non colpire nessuno…

    Mi piace

  4. cristina betti ha detto:

    Già parliamo di satira, ci viene in mente Vauro, e cosa leggo stasera? Che la proposta fatta a Santoro è una trasmissione nuova, con personaggi nuovi e sopratutto senza Vauro e Travaglio.
    Chissà, magari gli daranno da fare i pacchi di Affari tuoi?…..
    La satira deve vivere, e in periodi di regime è più rara ma…più tagliente!

    Mi piace

  5. mukele ha detto:

    La satira ha bisogno di censura, se no dovrebbe quasi ammutolire, ma nello stesso tempo al di fuori di un luogo pubblico perde la sua ragion d’essere.
    In Italia dunque è rimasto un solo posto possibile per la vera satira: la TV. Che cosa c’è di strano dunque che si cerchi di buttarla fuori da lì?
    Prima Guzzanti ora Vauro. La TV è la nuova agorà: fuori i disturbatori della quiete pubblica, sono ammessi solo grattacheccari e signorine dal sedere regolamentare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...