Prima di questa vita d’uomo

Prima di questa vita d’uomo
forse fui grillo fra le stoppie
fra i canneti e i giunchi solfeggiavo
gli spartiti immensi dell’estate
tanto, adesso, il loro contrappunto
mi entra nelle carni e piange
qualcosa in me che non rammento
quasi volesse tornare
alla famiglia estiva dei concerti.
Ora son uomo
bagnato da rumori assurdi
da un traffico
eterno ed inspiegabile
e fisso gli occhi avanti
nel cemento di un aprile
aperto ai venti come un ossario
 
Fui grillo certamente.
Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...