Le mura di Gerico

Ci sono occhi e sorridono

e un acqua sottile

canta nei pozzi notturni

 

Una gioia infinita

ramifica gemme

dolce preme l’asfalto

in una notte elettronica

ferita da fari arancioni.

 

La luna è virgola d’oro

su un foglio

di nero silenzio

.

Annunci

On off

.

Dimmi cosa fa sì che ancora

tu penetri i miei sogni

sottoforma di oggetti o gesti delicati

(ormai la tenerezza in me

ha adottato le tue iniziali)

 

Reciprocamente

ci siamo conficcati

una spina nel centro del ricordo.

A volte punge

ed eccoci balzare avanti;

a volte invece è appena percepibile

quieta, fra i rumori del mondo

e si continua a far le stesse cose,

fino a quando

non tornerà a far male

e allora, entrambi, ricorderemo

.