Amleti da discount

 

Così preferiamo recitare una tragedia idiota,
scritta svogliatamente,
senza nessuna pretesa di esserne gli autori,
e della quale odiamo i personaggi
tanto quanto gli interpreti (noi stessi del resto
ci affidiamo le parti). Si recita
assurdamente per non venir compresi, alla Jonesco,
perché si possa sempre rimanere
su uno sfondo scuro (che esalta la nosta silouette
e nasconde le rughe della fronte).
sfondo mal srotolato,
tenuto in piedi da pochi listelli
e devastato da muffe e strappi,
sfondo irreale quanto il dramma che recitiamo
cercando di far piangere il pubblico
con l’uso di barzellette scollacciate.

Un enorme dramma senza senso,
senza morale alcuna, senza protagonista,
a volte senza scena alcuna,
senza un pubblico (che pianga o meno)
a volte monotona e discreta
come una domenica in provincia.

Tragicommedia che s’inizia a recitare
fin da dentro i camerini,
senz’altro pubblico presente
che le nostre ridicole mascherine
già pronte in file precise alle pareti

.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...