Il concetto di cosa

Ben pochi, volgendo uno sguardo pur attento alla figura del Prof. Dotti, avrebbero potuto intuire di trovarsi al cospetto di una delle menti metafisiche più notevoli del secolo. I più avrebbero frainteso credendo di trovarsi di fronte ad un inetto, un essere insignificantemente idiota. Forse li avrebbe irretiti quel suo modo poco vistoso di vestire a metà strada fra il catastale standard e il reparto grandi offerte della Upim. E ancor più li avrebbe fuorviati l’espressione del viso nella quale, dietro ad uno sguardo apparentemente vitreo e atarassico, ruminava uno dei più spaventosi intelletti viventi.

Erano anni che lavorava a quella che sarebbe stata la sua opera maggiore: “La fenomenologia delle cose”. E per riposare il suo lavorio infernale, la catena di assiomi, postulati e conseguenze ferree, era solito dedicarsi ad un gioco che aveva inventato da piccolo e che, per puro spirito ludico, aveva battezzato Rimbalzello.

Il gioco, pur possedendo delle regole complesse, era apparentemente semplice. Si trattava di far rimbalzare una sorta di dado di peluche sulla parete e riafferrarlo senza consentirgli di toccare terra. Una volta afferrato il dado peloso e aperta la mano si guardava la faccia contenente il “valore” del tiro e lo si sommava, con una operazione mentale al punteggio precedente.

Per anni aveva lavorato sul concetto di “cosa” fino a che un giorno, mentre era intento ad una partita impegnativa di Rimbalzello, fu folgorato da una improvvisa illuminazione: aveva trovato la definizione perfetta di cosa.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...