Dialogo terzo (dalle Operette Immorali)

caverna

Dialogo fra Madonna Caverna et Madonna Majonese sulla possibilità di un dialogo.

Caverna – Che potremo mai dirci noi due, cara majonese?
Majonese – Non mi sovviene alcunchè ma, dal momento che tutt’e due esistiamo perché non dialoghiamo sull’esistenza?
Caverna – Ma, cara Majonese, codesto tuo è argomento troppo astruso
Majonese – Eppure, se proprio dobbiamo dialogare, come dice il titolo, dobbiamo pur trovare un argomento
Caverna – Che ne dici se parlassimo dell’uomo?
Majonese – Uomo? che ne sappiamo noi dell’uomo? Meno dell’esistenza che non ti piacceva
Caverna – Di che dunque parlare?
Majonese – E se lo chiedessimo al primo che passa?
Caverna – Mi pare sensata cosa

In quel mentre passava di lì per caso una combricola formata da Gianni Minà, un derubricatore a pedali, uno sfinterio, due piante di carciofi, la Natura, un Faraone qualunque, un pastore errante dell’asia (probabilmente con il navigatore satellitare guasto) e una opera postuma.
La majonese e la caverna per attirare l’attenzione uscirono in grida disumane, il che è più che comprensibile non essendo esse umane, finchè il gruppo non si fermò.

Chiesero allora alle piante di carciofo quale fosse, secondo loro un argomento su cui discutere
– Potreste parlare dei carciofi, risposero.
– Ma che sappiamo noi dei carciofi?
– In questo caso potremo spiegarvelo noi – e si apprestavano a farlo
– Ma non ci sembra granchè interessante, interruppero la Caverna e la Majonese
– Male, i carciofi a nostro avviso sono fra le cose più interessanti al mondo

Chiesero allora all’opera postuma che rispose:
– Potreste parlare delle opere postume
– Ma che sappiamo noi delle opere postume?
– Ma che palle!

E così via interrogarono gli altri, sino a Gianni Minà, che ovviamente propose loro di parlare di Gianni Minà.
Nel frattempo La caverna e la majonese si accorsero che era divenuto troppo tardi per conversare. Si salutarono l’un l’altra e ciascuna continuò per la sua strada.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...