La sottile arte dell’Orfanismo

un_sogno_di_tv_3411

Che ne so se il setaccio
in cui i ricordi più grandi s’impigliano
ha d’oro la nervatura
e per quale segreta legge son gli stessi
di sempre a fermarsi
come un boccone
che non sorpassi la gola.
 
Continui, la notte, e sono anni
a trovarmi nel sonno e le tue vesti
col tempo si sono fatte leggere
quasi imprendibili,
vesti da ladro
.

 

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...