Non è diverso il caso in cui

Immagine

Non diverso il caso in cui

Si fosse ai piedi di un colle.

O si tenesse per mano

Una capricciosa bambina

Dai ricci come nidi di uccelli.

E si volgesse il capo

Come una quieta preghiera

Verso ciò che si è stati

Quei pochi granelli di tempo

In cui abbiamo cullato

La stupida convinzione

Di essere un “sé”, un tutt’uno

Una merendina farcita di senso.

Quando è chiaro
che nel più roseo dei casi

Siamo ciottole, forme

Ad accogliere qualcosa

Che mai capiremo.

°

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...