Carmen del povero passante

images

Ti vedo, garrulo garzone
mentre con tua bella essemeessi
sul tuo splendente aifòne
tu ed ella in uai-fai interconeessi

Passi e compiangi, di superbia pieno,
il mio prestoirico telefonino
senz’app alcuna, senza nemmeno
macchina da foto, vecchia anticaglia
che denuncia a viva voce, più o meno
la mia appartenenza alla marmaglia.

Mi passi innanzi, al cielo il naso
come incontrato avessi cacca di cane
abbandonata in marciapiede a caso.
Ahimè tapino, neache protestar mi è dato
in post di social nètuorc la mia fame

Sconfitto e tristo ritorno sconsolato
rimuginando il tempo e le stagioni
e l’opra vana dell’uom abbandonato
come se di Dio fossi rottura di coglioni.

(Pino Vodafon, “Versi analogici”)

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...