Viale

In un angolo di periferia della mia città c’è un lungo viale di aranci. Nonostante il traffico lambisca le rive come un fiume impetuoso, i loro frutti brillano sullo scuro fogliame. Quelle pennellate di arancione fra le foglie scurite dagli scarichi d’auto balzano alla vista come stelle in un cielo di maggio. Solo i bambini tuttavia, a ritorno da scuola, alzano i loro occhi ad ammirare quel ben di Dio. Alcuni cercano persino di allungare le mani compiendo inutili salti. Rimbrottati dai genitori riprendono il cammino con il capo abbassato e le spalle leggermente più chine.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

One thought on “Viale

  1. Piccole malinconie quotidiane. Quante volte ci capita di tarpare, limitare, reprimere, anche più del necessario. Certo, se tutti i bambini le prendessero, le arance sparirebbero in un lampo e nessun bambino potrebbe più ammirarle. Ma se restano lì a marcire… Sarebbe bello poter insegnare ai bambini a gustare la bellezza con tutto il loro essere, comunque.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...