Il giovane dio

Antinooilfascinodellabellezza

Il giovane dio sulla spiaggia
una mano fra i boccoli
accucciato sulla rena guardava
il profilo secco del mare
e le piccole onde adoranti
gli baciavano i piedi

Il giovane dio dalle ciglia dorate
si chiedeva del mondo
mentre una nube leggera
infrapponeva il suo corpo
allo sferzare dei raggi
poi passava, veloce
non avesse a tediare
con la propria premura
il pensiero divino.

Ma al giovane dio
tutto questo era peso
come il pensiero
di un infinito morire
per non esser mai nato.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...