NEOLITICO – La nascita dello Sgrunt o “Pugilato stocastico-aleatorio”

41829358

dal libro del Bardo di Corte Shiem.
“Detti, miti e costumi nel Paleolitico-quasi Neolitico

 

Una antica leggenda narra come lo Sgrunt, il popolare gioco paleolitico, nacque da Null, l’Avo degli Avi degli Avi.
Null, quando ancora non c’era altro che il Principio, anche se si vergognava ad ammetterlo, si annoiava non poco. Disse dunque a Principio:
«Che ne dici se creo qualche gioco col quale possiamo intrattenerci un po’?»
«Basta che non sia complicato – rispose Principio
Allora Null raccolse dal Caos Primigenio un asteroide piatto e due a forma di clava. Su una faccia dell’asteroide raffigurò qualcosa in nero, mentre l’altra la lasciò il color bianco asteroide. Distribuì poi le clave-asteroidi, una a sé e una a Principio, mostrandogli come andava correttamente impugnata
Disegnò poi nello spazio-tempo un quadrato preciso di settantadue piedi primitivi di lato (che corrispondono a 177 piedi umani moderni e che sottolineano il numero sacro degli esseri primi) delimitandolo con quello che aveva sottomano, che non era poi granché in quanto si trattava di qualche parallela che si incontrava giusto lì vicino e qualche centinaia di quark luminosi.
Poi spiegò le regole a Principio. Gli disse:
«Il giocatore che chiameremo IKS, lancia in aria l’asteroide (d’ora in poi denominato “disco”) colpendo lo stesso con uno scatto dell’unghia del pollice e facendogli così assumere una rotazione attorno ad un asse ipotetico che potremmo anche dire coincidente approssimativamente con il suo diametro nella dimensione più larga. La spinta dell’unghia su un punto qualsiasi della circonferenza del “disco”. imprimerà infatti al “disco” un momento rotatorio pari a qualcosa in termini di fisica einsteniana, lungo una traiettoria principale molto prossima a quella parabolica. Quando questa spinta si sarà estinta per via di qualcosaltro che potremmo chiamare anche “forza di antipatia verso il moto perpetuo”, il “disco” tenderà a percorrere il ramo discendente della traiettoria parabolica, fino a toccare il suolo e…
«Alt. Cosa sarebbe il suolo?»
«Hmmm, già, hai ragione. Non c’è suolo quaggiù. Allora diciamo sino a che non venga intercettato dalla mano dello stesso lanciatore IKS, che con un movimento repentino lo chiuderà a pugno.»
«Che cosa chiuderà a pugno, il disco o il pugno stesso?»
«Il primo ovviamente. Poi rivolgendosi al secondo giocatore, che per comodità chiameremo IKS2, gli porrà l’enigma standard: “Testa o croce?” Essendo CROCE il lato piatto dell’asterisco che ho appena segnato con due semirette intersecantesi al centro in maniera volutamente ortogonale, mentre essendo TESTA l’opposta parte dello stesso “disco”.
Fin qui ci sei?
«Credo di Si. Devo dire che è un gran bel gioco.»
«Ma mica è finito qui, questo è solo l’inizio. Allora, IKS chiede a IKS2 se preferisca croce o testa e IKS2 sceglie una delle due.
Allora IKS apre il pugno e mostra la faccia del disco. Se questa mostra la faccia con la Croce e IKS2 ha precedentemente scelto croce allora la mossa toccherà a IKS2 diversamente toccherà a IKS. Semplice no?
«Pare» disse Principio grattandosi la testa e spargendo un po’ di forfora siderale nello spazio-tempo.
«A questo punto il giocatore a cui tocca la mossa afferra la clava, diciamo ad una altezza variabile di suo gradimento sopra il capo del secondo giocatore e, con un moto il più possibile subitaneo, provoca nella clava un moto discendente con obiettivo situato approssimativamente nel baricentro della testa del giocatore avversario.
Se il movimento clavico ha lasciato intatta la consistenza ossea del giocatore ecco che si ripete dal punto del lancio del disco.
altrimenti il giocatore rimasto in piedi ha vinto.
«Mi Piace perché è un gioco in cui conta la testa e non la fortuna – disse Principio.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

3 thoughts on “NEOLITICO – La nascita dello Sgrunt o “Pugilato stocastico-aleatorio”

  1. alessiagenesis ha detto:

    È un libro che va completato necessariamente:)

    Mi piace

  2. alessiagenesis ha detto:

    Non è detto e cmq puoi farlo !sono andata a rivederlo 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...