Joster e il Dio Vassuum

pazuzu-197x300

Dinanzi a Joster conparve la grande maestà del dio Vassum, il Dio imprescindibile, il Dio dei suoi padri e dei padri dei suoi padri e dei padri dei suoi padri dei loro padri e dei padri d quelli di prima.

E il Dio Vassum vedutolo disse:

“Prostati di fronte all’immane potenza del dio”

E Joster si guardò attorno, come avesse sentito la voce di un dio e disse a sé stesso:

“Impossibile, non posso prostarmi, ho subito un intervento e non ho più la prostata”.

Il Dio Vassum lo udì e ebbe pietà di lui.

“Sappi che sono Vassum, il dio imprescindibile, il Dio dei tuoi pardi e dei padri dei tuoi padri e dei padri dei padri dei padri dei tuoi padri e dei padri che rimangono per finire la frase. Io mi degno di comparire al tuo umile aspetto perchè ho una missione da affidarti.”

– Quale missione? – domandò Joster mentre rimetteva a posto tutti i padri usciti dalla frase del dio.

– Io, come sai , ho inenarrabili poteri

– Si?

– Si

– Tipo?

– Beh, io posso per esempio emanare innumerevoli emanazioni

– Emanazioni di cosa?

– Di me stesso

– Una sorta di album delle figurine dici?

Joster rimase colpito dalla potenza del dio, anche se avrebbe preferito un potere più spaventoso. “Del resto – si disse, non ci sono più gli dei di una volta.

Ma lo udì Vassum, nella sua grande misericordia e lo perdonò una seconda volta (era infatti il gran giorno del perdono del dio). E Vassum gli disse:

“Oh persona empia, tu credi che io abbia un solo potere?”

– Io? Chiunque ha la ventura di conoscermi si guarderebbe bene dall’affermare che cio possa essermi imputata quale mia abitudine. Ti ho dato questa impressione? So benissimo che tu hai altri poteri. Come potrebbe essere altrimenti?

– Sentiamo allora. Che poteri avrei?

– Beh, innanzitutto il tremendo potere di Osnam

– Già, fece il Dio, che pur di non ammettere di ignorare il potere di Osnam pensò bene di barare.

– Poi?

– Poi hai ovviamente il grande dono dell’ineffabilità assoluta. Solo tu puoi essere ineffabile ad un grado perfetto. Sopratutto se si capisce il significato della parola. Inotre hai i 5 doni divini del Pejam: acqua, luce, gas, elettricità e riscaldamento autonomo.

– Benissimo, fece il Dio Vassum soddisfatto. E quanto posso essere alto?

– Tu, scusami se te lo faccio notare non puoi essere né alto né basso perchè entrambe i concetti implicherebbero una comparazione e cosa o chi potrebbe mai sognarsi di fare da paragone all’altissimo? Tu non sei né alto né basso, e una sola cosa è possibile dire riguardo alla tua altezza, ovvero che sei alto come Vassom, ossia come te stesso.

Il Dio vide che Joster aveva studiato bene il catechismo e, visto che c’era lo perdonò una terza volta, per la grande e divina legge del “non c’è due senza tre”.

– Sappi che dalll’alto della mia somma conoscenza ho scelto te, Foster, quale mio unico e degno messaggero per…

– Chiiii? chiese stupito Joster

– Chi cosa?, Chiese i Dio

– Cosa hai detto scusa?

Il Dio riavvolse il nastro e ripetè: “Sappi che dalll’alto della mia somma conoscenza ho scelto te, Foster, quale mio…

– STOP, gli intimò Joster. “Chi verrebbe ad essere questo Foster?

-Tu, no?

– Io non sono Foster, Ti sembro forse albergare in me i caratteri di un Foster qualunque?

– No?

Il Dio Vassom gli diede un’occhiata più attenta e poi disse: “In effetti non sembri essere Foster, sembri piuttosto un Joster.

– Quindi hai sbagliato persona.

– Impossibile, fra i miei innumerevoli poteri c’è anche quello dell’infallibilità e della prevveggenza

– Per cui tu sai ora che hai sbagliato?

– No, per cui io so ORA non solo che dovevo sbagliare e accorgermene prima che tu potessi avvertirmi, ma bensì anche che avevo previsto tutto ciò ed era mia ferma intenzione sbagliarmi o dare l’impressione di farlo. Giacchè come può dirsi sbaglio se un atto è compiuto in piena consapevolezza?

– Non so se questo sia l’esatta definizione del termine, però devo ammettere che te la sei cavata bene. Non è facile prenderti in castagna eh?

– Eh no. E neppure in noce.

.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...