Poeti inconsapevoli: Pino Scoglio – Io la cosa la parlo

IO LA COSA LA PARLO

Io la cosa la parlo.
E la parlo veramente
non come quelli della tele
che mangiano aragosta
e poi fanno discorsi sulla fame.
Io invece la cosa la parlo
e la parlo a tutti belli e brutti,
rossi o neri juventini o milanisti.
Non sono come il dottore
quello del piano sopra
che grida ma poi la barba
gliela cura un estetista.
No io la cosa la parlo
la parlo tutto il giorno
quando che vendo
il pesce ai mercatini
e vedo i vecchietti con gli spiccioli
in mano che contano e ricontano
come se non gli basta l’aria.
Io la cosa la parlo
anche di fronte al mondo
anche su Feisbuc la parlo
e dico che non vi è scampo
e basta che alzo lo sguardo
e vedo le nuvole nel cielo
E allora so
anche se allora non lo parlo.

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...