Lettera non inoltrata

Caro Sig. Governo,

Lo so, ho sbagliato e me ne pento. Purtroppo, nel corso della mia esistenza, ho contratto l’insana abitudine di mangiare (in certi casi persino due volte al giorno) e non sono ancora riuscito a disintossicarmi da questa terribile e insana dipendenza.

So anche di aver vissuto al di sopra delle mie possibilità osando addirittura indossare dei vestiti e delle scarpe. Il fatto è che sono un incurabile amante del lusso.

Me ne scuso fin d’ora e prometto, nel seguito, di adeguarmi alla vita che mi posso permettere. Cercherò anche di respirare il meno possibile, per non togliere l’aria al mio prossimo. E giuro che la smetterò di pretendere un lavoro a tutti i costi. E’ giusto che vada a chi ne ha già almeno un altro.

Purtroppo non ho studiato bene il Vangelo nel punto in cui dice: “A chi ha verrà dato e a chi non avrà verrà tolto anche il poco che possiede”. Sono un agnostico e di questo devo pentirmi più che di tutto il resto.

Cordiali saluti

Un cittadino pretenzioso

Annunci

Informazioni su Carlo Congia

Si potrebbe dire molto di me, ma occorrerebbe farlo con parole inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...